UN SUCCESSO LA II EDIZIONE DELLA ULTRA MARATONA DELLE FIABE A RAPONE (PZ)

Erano oltre 300 gli atleti presenti a Rapone, suggestivo borgo lucano, carico di fascino e mistero, posto in una posizione strategica in Basilicata ma a pochi chilometri dalla Puglia e dalla Campania.

Magistralmente organizzato dal duo Antonio Leopardi Barra e Massimo Faleo della Barletta Sportiva, sotto la protezione della “masciara” e dal perfetto patrocinio dell’Amministrazione Comunale di Rapone (con il Sindaco Felicetta Lorenzo in prima linea ed il Vice Sindaco Anna Pinto con pettorale al via)  la gara è stata caratterizzata da un lungo testa a testa tra l’abruzzese Alberico Di Cecco (vincitore della prima edizione) e dal piemontese Stefano Velatta, che alla fine sono giunti insieme al traguardo con un simpatico ex equo. Al terzo posto l’atleta molisano Angelo Iademarco (Podistica S. Salvo) che ha preceduto di qualche minuto Nicolino Zuzù Catalano (I Lupi d’Abruzzo) e il pugliese Nicolangelo D’Avanzo.

La gara ha avuto quale preludio  la recita della preghiera del Maratoneta recitata all’unisono da Don Giovanni, parroco di Rapone e da Don Giuseppe Fazio, parroco-maratoneta di Curinga (CZ), che dopo la preghiera ha corso regolarmente i 43,500 chilometri della gara.

All’interno della ultra maratona ci sono state anche altre due gare di chilometraggio inferiore e precisamente una da 11,600 Km. vinta da Armando Caprarella (reduce dal Campionato Italiano svolto la sera prima ad Alberobello)   ed un’altra da 23,200 Km. vinta da Nicola Montanile (Cicciano Marathon).

Da contorno alla manifestazione sportiva c’è stato un ricco ed interminabile ristoro (con piatti rigorosamente locali e del buon vino lucano) che ha deliziato il palato degli atleti.

Alla gara erano presenti ben otto senatori del mondo della maratona/ultra, inseriti nell’apposita classifica mondiale e, gli organizzatori hanno voluto dar loro un riconoscimento per la loro passione ed attaccamento a questo sport; infatti sono saliti sul palco il decano dei maratoneti Piero Vito Ancora (che ormai è quasi arrivato alle 1.200 maratone/ultra svolte) , i coniugi Rizzitelli (con la Sig.ra Gargano che ha rivendicato pubblicamente di avere ben 14 maratone in più di suo marito), Roberto Trinelli, Francesco Capecci, Massimiliano Morelli, Massimo Faleo e Antonio Salvatore.

Ti è piaciuto? Condividilo! 🙂

L’ALLENATORE MARIO DE BENEDICTIS A MONTECITORIO…..

Appena ricevuta la notizia con tanto di foto dentro le sale di Montecitorio, visto il periodo politico che stavamo vivendo,  ho pensato che Salvini e Di Maio finalmente avevano scelto la persona giusta per guidare il nostro paese…..ma leggendo nel dettaglio il grande allenatore abruzzese Mario De Benedictis era a Montecitorio, ricevuto dal Presidente della Camera dei Deputati On. Roberto Fico, in qualità di allenatore (insieme al fratello olimpionico Giovanni) di Eleonora Dominici, azzurra della squadra di marcia distintasi ai Mondiali in Cina di Taican, disputati circa un mesefa.

La ballotta abruzzese, insieme al resto della squadra azzurra, con l’accompagnamento del Presidente Federale Alfio Giomi,  ha incontrato il Presidente della Camera dei Deputati On. Roberto Fico che li ha accolti con queste parole: “Queste medaglie sono il risultato di un impegno costante che appartiene alla vostra disciplina. Vi ho seguito e continuerò a seguirvi perchè l’atletica l’ho praticata fino a 23 anni e oggi resta per me una grande passione”.

La delegazione ha donato all’On. Fico uno zainetto con la divisa ufficiale della Nazionale che in Cina hanno onorato la primatista italiana Eleonora Giorgi (quinta assoluta e prima delle europee), il bronzo mondiale Antonella Palmisano, la tricolore Valentina Trapletti e le due emergenti Eleonora Dominici e Nicole Colombi. Al fianco delle “silver ladies” del tacco-punta anche il terzetto maschile con Massimo Stano, Francesco Fortunato e Giorgio Rubino.

Intanto, qualche giorno prima, il maestro/allenatore Mario De Benedictis è salito in cattedra insieme al mitico Giorgio Calcaterra ed allo “scienziato dello sport” Sandro Donati nel convegno organizzato nella sua Pescara dai “Runners Pescara” dal tema “A tutti i costi il successo …sopra tutto” sul problema annoso del doping nello sport, sia a livello professionistico che a livello amatoriale.

Anche in questa occasione, Mario ha dato una lezione di etica nello sport, evidenziando come al solito, il suo doppio impegno di educatore ed allenatore.

 

Ti è piaciuto? Condividilo! 🙂