IL TRIAL DEI TRABOCCHI ED IL POSTO DEL CUORE

Domenica scorsa si è svolta la 5° edizione del Trial dei Trabocchi a Vasto e per puro caso ho avuto la possibilità di partecipare per la terza volta ma non è stato assolutamente come nelle prime due occasioni.

Infatti, a parte l’incontro con i miei amici Fabio ed Adolfo all’ultimo chilometro della gara, mi sono sentito abbastanza solo rispetto alle precedenti due edizioni.

 

Così sono andato a rivedere un mio scritto sulla gara, pubblicato dagli amici di Zona Locale, che ho il piacere di condividere.

È nata quasi per scherzo in occasione della prima edizione del Trail del Trabocchi l’avventura di alcuni amici podisti capitanata dal padrone di casa Fabio (Podistica Vasto) che subito ha invitato alla suggestiva gara vastese, che si corre tra cielo, verde, sassi e mare il suoi amici fidatissimi Joao(Atletica Venafro) e Michele (Bancari Romani) i quali sono rimasti incantati dalla emozionante e inimitabile location, definita proprio dal Direttore Michele “il posto del cuore“. Alla seconda edizione al gruppo di amici si è unito Antonello (Atletica Caserta) che ha potuto ammirare con i suoi occhi ciò che i loro amici gli avevano descritto della prima edizione. 

All’ultima edizione disputata la scorsa domenica c’erano tutti (anche l’infortunato Joao con la sua bici) familiari compresi che hanno approfittato della singolare location per fare una salutare passeggiata dalla spiaggia di Punta Penna fino agli scogli di Punta Aderci dove, nell’occasione, ad attendere gli amici podisti che hanno fatto, durante il percorso, più selfie che chilometri di corsa, c’erano veramente tutti: Francesca, Lidia, Monica, Luciana, Anna, Fiorenzo, Adolfo ed i piccoli Ovidio e Luca, tutti con i cellulari in mano ad accogliere il gruppo di amici che per l’occasione vestivano tutti la t-shirt celebrativa di Corriamo per il Luppolo, happening-podistico che si svolgerà il prossimo agosto a Tavenna (CB).

E quindi su quegli scogli che il giorno prima hanno visto la presenza della show-girl argentina Belen Rodriguez presentare la sua nuova collezione di costumi, “Gli amici del luppolo” inscenavano un ristoro suggestivo con birra e focaccia con frittata ed asparagi sotto gli occhi del video maker Luca che ha immortalato l’arrivo con un suggestivo video tra vento, sabbia e sassi.

E così dopo il caratteristico ed introvabile ristoro la gara si è conclusa sul red carpet di Punta Penna dove “Gli amici del Luppolo”, capitanati dal patron della gara, Fabio, sono stati accolti da tutti i partecipanti alla terza edizione del Trial dei Trabocchi (c’erano anche Antonio da Milano – Podistica Vasto-  che aveva concluso dignitosamente la sua gara e Nicola addetto ai pacchi gara) e dai ragazzi dell’ARDA (particolare il saluto del loro Presidente Giammichele proprio sotto lo striscione dell’arrivo).

Alla fine, dopo le foto di rito, con tanto di lattine di birra in mano, effettuate da Antonino e Giuseppe (Zonalocale), tutti a pranzo dal patron Fabio dove Nonna Maria e Nonna Ada accoglievano i loro “eroi di Punta Aderci” con un menù a base di pesce del medio adriatico innaffiato da un freschissimo vino e condito con un dolce prosciutto arrivato nottetempo da una norcineria di Norcia.

L’appuntamento è alla quarta edizione dove, tempo permettendo, non mancheranno le emozioni ed i colori che hanno caratterizzato questa domenica di sport, ambiente, mare, gastronomia e natura! “

Ti è piaciuto? Condividilo! 🙂

4 pensieri su “IL TRIAL DEI TRABOCCHI ED IL POSTO DEL CUORE

    • E chi Ti può contraddire grande Direttore….quest’anno mi sei mancato molto e spero che le foto messe nel post Ti facciano venire la nostalgia del “posto del cuore” così da essere presente l’anno prossimo.
      A presto.

  1. Mi sarebbe piaciuto partecipare (come passeggiata) in quel posto incantevole, anche se ormai (passati i settanta) faccio solo lente passeggiate.
    Vedo che oltre al mare andate anche in collina… e in montagna?
    La frequentate?… dove?

    • La gara si è disputata partendo dalla spiaggia di Punta Penna, passando per le asperità di Punta Aderci, percorrendo le campagne adiacenti fino ad arrivare alla spiaggia di sassi di Mottagrossa e ritorno.
      Le Montagne facevano solo da sfondo ed in realtà si è corso a ridosso del mare.
      Posto incantevole sicuramente anche per fare delle bellissime passeggiate….cinghiali permettendo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *